Terna può ridurre gli impatti sul paesaggio degli elettrodotti, individuando tracciati in aree con una  buona compatibilità paesaggistica e scegliendo dei sostegni che si inseriscano bene nel territorio. Negli ultimi anni Terna ha ampliato le alternative a disposizione, anche ricorrendo alla progettazione di nuovi sostegni da parte di architetti di fama internazionale.
Per la realizzazione di stazioni elettriche valgono considerazioni analoghe. La stazione ha un impatto più rilevante anche se molto più circoscritto: in alcuni casi, sono previste piantumazioni arboree di mascheramento.

Nel caso di impianti esistenti le misure di mitigazione sono mirate a ridurre la visibilità e/o migliorare l’integrazione nel territorio delle strutture che le compongono. In particolare Terna elabora  sistemi di mascheramento per la recinzione,  riqualifica gli edifici e ricorre a tecniche di ingegneria naturalistica. Queste soluzioni rappresentano anche la premessa per la messa a punto di criteri per la progettazione di nuovi impianti.