Gli stakeholder

Il coinvolgimento degli stakeholder

Nella fase di definizione del proprio Codice Eticoi Terna ha identificato, attraverso la partecipazione attiva del vertice e del top management, otto categorie di stakeholder più significative, in termini di continuità della relazione e di rilevanza dell’impatto esercitato nei loro confronti e viceversa.

Stakeholderi Impegni Strumenti di monitoraggio e verifica

AZIONISTI, ANALISTI

FINANZIARI E FINANZIATORI

 

  • Gestione equilibrata di obiettivi finanziari e di sicurezza e qualità del servizio.
  • Creazione di valore per l'azionista sul breve e lungo termine.
  • Corporate governanceallineata alle best practice.
  • Adozione di sistemi di anticipazione e controllo dei rischi.
  • Ascolto e informazione tempestiva e simmetrica degli azionisti.
  • Impegno ad evitare l‘insider trading
Road show, incontri dedicati, sito internet ed e-mail dedicate.
Ratingi di sostenibilità.

DIPENDENTI

 

  • Tutela dell'integrità fisica dei dipendenti e della dignità della persona.
  • Non discriminazione e pari opportunità.
  • Investimento nella crescita professionale.
  • Riconoscimento delle capacità e del merito individuale
Indagine annuale sulla People Satisfaction, indagine sugli strumenti di comunicazione interna

FORNITORI

  • Opportunità di competere in base alla qualità e al prezzo.
  • Trasparenza e rispetto dei patti e degli impegni contrattuali.
  • Processi d'acquisto trasparenti.
  • Qualificazione dei fornitori anche con certificazioni di qualità, ambientali e sociali.
  • Prevenzione antimafia e anti-riciclaggio verso i fornitori.
Portale degli acquisti, incontri diretti.

UTENTI DELLA RETE,

CLIENTI

E BUSINESS PARTNER

 

  • Servizio efficiente e di qualità, teso al miglioramento costante.
  • Non discriminazione arbitraria tra operatori.
  • Riservatezza delle informazioni relative agli utenti della rete.
Comitato di consultazione del Codice di Rete, incontri dedicati.

AUTORITÀ E ISTITUZIONI

DI REGOLAZIONE AEEG

 

  • Trasparenza, completezza, affidabilità e dell'informazione.
  • Rispetto delle scadenze.
  • Approccio leale e collaborativo per facilitare il compito regolatorio.
Incontri periodici.

ISTITUZIONI E ASSOCIAZIONI



  • Rappresentare gli interessi e le posizioni proprie in maniera trasparente, rigorosa coerente, evitando atteggiamenti di natura collusiva.
  • Garantire la massima chiarezza nei rapporti.
Partecipazione diretta a comitati tecnici.

MEDIA, GRUPPI DI OPINIONE,

COMUNITÀ SCIENTIFICA

 

  • Diffusione pubblica e uniforme delle informazioni.
  • Escludere la strumentalizzazione e la manipolazione
    delle informazioni a beneficio dell' Azienda.
  • Ricerca di ambiti di cooperazione nel reciproco
    interesse con associazioni rappresentative degli
    stakeholder.
Presentazione e diffusione del Rapporto di Sostenibilità, organizzazione di seminari,workshop, indagini mirate.

COLLETTIVITÀ E TERRITORIO

 

  • Garantire la sicurezza, la continuità, la qualità e
    l’economicità del servizio nel tempo.
  • Valutazione degli effetti a lungo termine delle proprie
    scelte.
  • Riduzione dell'impatto ambientale delle proprie
    attività.
  • Dialogo preventivo con le istituzioni del territorio per
    realizzare investimenti in modo rispettoso
    dell’ambiente, del paesaggio e degli interessi locali;
  • Sostegno a iniziative di valore sociale, umanitario e
    culturale.
  • Fornire riscontro dell' attuazione della politica
    ambientale e sociale.
Processo di concertazione nella pianificazione della rete elettrica. Indagini a campione sulla popolazione.