Sostegni a basso impatto ambientale

Sostegno tubolareI sostegni tubolari rappresentano un’importante innovazione nella realizzazione delle linee ad alta ed altissima tensione. La soluzione compatta della struttura garantisce infatti il minimo ingombro e costituisce una valida alternativa, in determinate condizioni di inserimento nel paesaggio, ai convenzionali sostegni tronco-piramidali.
Queste le principali caratteristiche:

  • minimizzazione dell’ingombro alla base (dell’ordine dei 5 m2 per il sostegno monostelo contro i 250 m2 dei tradizionali tralicci tronco piramidali, per la tensione 380 kVi);
  • minor impatto visivo, in grado di ridurre l’impatto ambientale delle nuove linee in aree a particolare interesse paesaggistico.

I sostegni tubolari sono già da tempo utilizzati su linee a 150 e 132 kV (41 sostegni, ad esempio, sono stati installati nell’intervento di riassetto della rete elettrica a 132 kV in Val d’Ossola Sud) e vengono ora progressivamente impiegati anche per linee a 380 kV. In particolare, oltre 200 sostegni tubolari saranno installati sulle future linee a 380 kV “Sorgente - Rizziconi” (tra Sicilia e Calabria), “Trino - Lacchiarella” (tra Piemonte e Lombardia) e “Chignolo Po - Maleo”, in Lombardia.

Terna ha iniziato le attività di ingegnerizzazione dei sostegni, progettati da architetti di fama internazionale, come il traliccio d’autore disegnato per Terna da Sir Norman Foster, l’architetto e designer britannico tra i principali esponenti dell'architettura high tech, nati con l’obiettivo di progettare sostegni di linee elettriche aeree ad alta tensione da installare nelle campagne e nelle zone urbanizzate per una più armonica interazione con il paesaggio italiano. 10 sostegni sono stati installati in Toscana nel 2009, lungo la linea dell’alta tensione “Tavarnuzze-Santa Barbara”, presso lo svincolo autostradale di Scandicci che combinano insieme gusto estetico e innovazione tecnologica. La forma avveniristica dei pali Foster, alti massimo 46,5 metri e con un ingombro alla base di 8 per 3,5 metri, richiede tecniche di montaggio nuove e perciò in collaborazione con installatori qualificati, sono stati condotti studi per identificare le migliori procedure di messa in funzione e manutenzione. Con i Foster il settore elettrico caratterizzato da una progettazione essenzialmente tecnica si apre al design attraverso la sperimentazione di nuove metodologie e impianti.